Skip to content

KBLOG

copertina_dove-smaltire-le-esche-topicide

Come si smaltiscono le carcasse dei ratti e le esche topicida

Nella gestione delle infestazioni da topi, la questione dello smaltimento delle carcasse è un tema che richiede particolare attenzione e una comprensione approfondita degli aspetti biologici e ambientali coinvolti. Sebbene esistano molte linee guida per lo smaltimento dei rifiuti, l’eliminazione delle carcasse di topi presenta sfide uniche che spesso esulano dall’esperienza comune del consumatore.

In molti casi, per il consumatore, può risultare complicato seguire indicazioni standard; pertanto le strade sono principalmente due.

La prima è affidarsi ad un’impresa di derattizzazione o disinfestazione che gestisce il problema in modo definito, attraverso l’attribuzione di codici CER, per i quali sono previste specifiche autorizzazioni per l’imballaggio e il trasporto di carcasse di topi e ratti avvelenati.

La seconda alternativa è rivolgersi al comune di appartenenza per farsi spiegare le disposizioni per il corretto smaltimento.

Le carcasse di animali sono, infatti, rifiuti speciali non assimilabili agli urbani; precisamente, le carcasse dei topi morti per ingestione di esche avvelenate sono considerati rifiuti organici contenenti sostanze pericolose.

Le esche esauste, invece, sono rifiuti inorganici contenenti sostanze pericolose.

Approfondimenti