Skip to content

KBLOG

copertina_avvelenamento-primario

Cos’è l’avvelenamento primario

Avvelenamento primario è un termine utilizzato per descrivere un tipo di avvelenamento che si verifica quando un organismo entra direttamente in contatto con una sostanza tossica o nociva e la assorbe all’interno del suo corpo. Questo avviene senza che la sostanza venga modificata o trasformata da altri organismi o processi ambientali.

Nel contesto della tossicologia, l’avvelenamento primario può coinvolgere una vasta gamma di sostanze chimiche, tra cui metalli pesanti, prodotti chimici industriali e veleni naturali. Queste sostanze possono essere ingerite, inalate, assorbite attraverso la pelle o gli occhi, o entrare nel corpo attraverso altre vie.

Le conseguenze dell’avvelenamento primario dipendono dalla tossicità della sostanza coinvolta, dalla quantità assorbita e dalla durata dell’esposizione. Gli effetti possono variare da lievi sintomi, a gravi danni agli organi, compromissione del sistema nervoso, o addirittura la morte.

Gli organismi possono essere esposti all’avvelenamento primario in vari modi, ad esempio attraverso l’assunzione di cibo contaminato o esposizione diretta a sostanze chimiche attraverso il contatto diretto o l’inalazione di fumi tossici provenienti da fonti industriali.

Alcuni organismi, come i pesci, inoltre, possono assorbire sostanze tossiche presenti nell’acqua attraverso le branchie o la pelle.

Approfondimenti