Skip to content

KBLOG

copertina_i-topi-vedono-a-colori

I topi vedono a colori?

No, i topi non vedono a colori nel modo in cui lo percepiamo noi esseri umani. La maggior parte dei topi ha una visione monocromatica, il che significa che vedono il mondo in varie tonalità di grigio. Hanno una visione adattata alle esigenze della loro vita notturna e alle caratteristiche dell’ambiente in cui vivono.

I topi sono notturni e hanno adattamenti fisiologici per vedere meglio in condizioni di luce scarsa. Hanno una maggiore sensibilità alla luce nella gamma degli infrarossi e ultravioletti, che sono fuori dal nostro spettro visibile. Questi adattamenti consentono loro di rilevare meglio le variazioni di luce nell’oscurità, quando sono più attivi.

Inoltre, i topi hanno una maggiore densità di bastoncelli nella retina rispetto ai coni, e i bastoncelli sono cellule fotosensibili responsabili della visione in condizioni di scarsa luminosità. Tuttavia, la densità dei coni, le cellule responsabili della visione dei colori, è molto bassa nei topi. Questo contribuisce al fatto che la loro visione sia principalmente basata sul contrasto luminoso piuttosto che sul riconoscimento dei colori.

In sintesi, i topi hanno una visione principalmente monocromatica e sono adattati per vedere meglio in condizioni di luce scarsa, elementi che sono cruciali per il loro stile di vita notturno e per le esigenze specifiche del loro ambiente.

Approfondimenti